Caro Diario... #5 {The End}

1:28 PM


Sono strapiena di foto fatte con il cellulare che non vi ho mai mostrato, e visto che ho aspettato e rimandato un po' troppo quest'ultima puntata di "Caro Diario", ho deciso di farne un minestrone e raccontarvi così come mi viene l'ultimo mese appena trascorso.
Sono tornata a Roma. Per l'appunto, esattamente un mese fa.

La campagna vendite AI 13/14 è terminata, e la prossima che ho sul contratto è quella di giugno. Purtroppo però non potevo permettermi di pagare l'affitto senza lavorare, e c'è da dire che nel frattempo avevo ricevuto una specie di offerta di lavoro su Roma, quindi ho rimesso in macchina le mie 8 valigie, i miei 3 borsoni e le non so quante buste e sono tornata a casa. Insieme a Derek.
Dopo qualche momento di difficoltà, quell'offerta di lavoro si è trasformata in una realtà e dopodomani inizio questo nuovo lavoro...

Facciamo però un passo indietro e vediamo cosa ho combinato nell'ultimo mese!
Situazione: ultima sera a Milano. Segue preparazione a casa per andare a cena e poi al Plastic. 
(Le pantofole così come i sacchi di vestiti fanno parte dell'atmosfera trasloco)




Qui sono tra Angelo Ruggeri (new head designer of Sergio Rossi) ed il mio coinqui Buzz, che non vi ho mai detto, ma è PR di Prada! (Buzz se mi leggi, potevo scriverlo? Se no dimmelo che cancello!!)



Andando ancora a ritroso negli ultimi giorni passati in showroom, man mano che gli appuntamenti con i  clienti diminuivano, avevamo più tempo per provarci i capi e decidere quali e se ordinare. Vi avevo mostrato questa foto perché sono anni che cerco un gilet in mongolia ad un prezzo umano (ma alla fine non ho preso nessuno dei due)
La mia selezione per il mio ordine personale di Twisty Parallel Universe, ma che alla fine ho deciso di non prendere


Borsa di Jerome Dreyfuss  (niente meno che il marito di Isabel Marant) che avrei tanto voluto. Peccato il prezzo fuori dal mondo!


Ho invece optato per questa camicia di MSGM e la successiva felpa, che ahimè mi arriveranno a Settembre



Così come ho ordinato questa felpa in neoprene di N21, il brand che ho seguito (anzi, direi servito) per 3 mesi. Non che si meritassero i miei soldi, visti determinati fatti, ma la felpa mi piaceva ed ho voluto prenderla comunque.


Altro vestito di N21, che dato il prezzo sell in non avrei preso neanche sotto tortura, ma che devo dire mi stava bene, nonostante fosse una taglia 40. (Non ho grosse manie di protagonismo, è stata una cliente a chiedere di vederlo indossato a me)



Roba che ho preparato per l'ufficio stampa di N21, se siete state al press day avete visto queste cose


Un paio dei tanti look allo specchio che non vi ho più mostrato!



Suor Maria Lucrezia.
Non l'avevo concepito così questo look, ed infatti la gonna l'ho restituita a Zara per direttissima.


Primo giorno da disoccupata, al parchetto con Derek e i primi accenni di primavera.


Idee working progress...


Capelli liscio ed il mio make up preferito per andare a prendere il mio fidanzato in stazione!


Cenetta d'addio Cino/Giappo/Thai con le colleghe,  in Paolo Sarpi



Back in Rome. Festa da Pandemonium in via dei Giubbonari, dove finalmente ho tirato fuori le mie Valentino!


Un mese di beata ma noiosa nullafacenza...


Ed infine ieri, catapultati in un agriturismo splendido di cui vi parlerò domani o dopodomani!


(Per ora) si conclude così la mia esperienza Milanese.
Non voglio fare demagogia, ma vorrei veramente ringraziare tutte quelle di voi che mi sono state così vicine, nei momenti di gioia così come nei momenti di sconforto e solitudine. 
Sono stati 3 mesi dove sono stata forgiata, più che preparata ad un lavoro. Mesi in cui ho conosciuto la vera maleducazione e la vera cattiveria, così come un'inenarrabile falsità. 
Esperienze talmente tanto chiacchierate che pensavo fossero solo delle dicerie, ed invece esistono veramente! Come esiste la lobby di gay nel mondo della moda ragazze mie. Eccome se esiste! E non sono tutti amichetti sensibili con la passione di scarpe e borse pronti a farti da migliore amico; per lo più sono delle iene isteriche che pur di non farti avanzare sul lavoro, pur di prendersi i meriti del tuo lavoro e farsi grandi, passerebbero sul tuo cadavere. (Non che le donne che ho incontrato fossero migliori, anzi!! Probabilmente erano le peggiori di tutti, ma erano comunque una piccola minoranza)
Ecco perchè quest'esperienza mi ha forgiato.
Mi piacerebbe dire che alla fine ho conosciuto anche belle persone, ma ripeto, non sono il tipo che fa demagogia per prendermi la vostra simpatia o i vostri plausi, come non sono salita su a Milano per farmi nuovi amici. Sono salita su per la disperazione di non trovare un cazzo di lavoro decente qui a Roma che neanche vivessi in Somalia, sono salita su per la disperazione di un rapporto che si stava logorando e sono salita su per mettermi alla prova. Quindi me la sono fatta tutta in'apnea, lavorando mangiando e dormendo (poco), con dei ritmi paurosi.
Non ho grossi consigli di darvi, se non quello di mettervi sempre alla prova e di essere il più capaci possibili ad accettare i cambiamenti, per non rimanere indietro e per non farvi sopraffare dagli eventi.

Scusate per il papiro, spero che quelle di voi che mi seguono da più tempo abbiano ormai imparato ad apprezzare la mia sincerità, perchè capisco perfettamente quanto invece posso risultare antipatica a quelle di voi che mi "conoscono" per la prima volta.

A presto!
L.


You Might Also Like

18 commenti

♡ The comments keep alive my blog, thank you so much ♡

Follow me on FACEBOOK TWITTER BLOGLOVIN

EMAIL ME

Nome

Email *

Messaggio *

VISIT MY SHOP ONLINE