Singapore - Prima parte del mio viaggio in Asia!

9:00 AM


Finalmente riesco a pubblicare la prima parte del mio viaggio nel Sud-Est Asiatico,  che si è appena concluso con il volo più lungo della -mia- storia proprio ieri.
In 20 giorni ho visitato Singapore, Bali e le Isole Gili e non vedo l'ora di raccontarvi tutto!
Molte di voi in queste settimane mi hanno scritto per sapere i prezzi della vacanza, dove ho dormito etc...
Io posso darvi i nomi delle strutture dove mi sono trovata bene, ma resta inteso che ognuno ha il proprio budget e gusto, personalmente e come sempre, avendo organizzato tutto da sola, ho usato molto le recensioni e l'istinto su Booking e Tripadvisor. (Quest'ultimo da prendere un po' con le pinze… )
Comunque, le zone migliori dove prendere l'albergo a Singapore sono: Lavender, Bugis, China Town, Otram Park, e Marina Bay oppure se potete, ovviamente, andate al Marina Bay Sands che è il grattacielo con la nave e la famosa Infinity Pool!
L'importante comunque è prendere l'alloggio il più vicino possibile ad una fermata MRT (Metropolitana) perché Singapore non è poi così piccola e noi abbiamo macinato una media di 10/15km al giorno per visitarla!
I prezzi degli alberghi sono più alti della media rispetto al resto dell'Asia: Singapore è uno stato a sé, pieno di regole e divieti ed è difficile trovare una doppia, vicina alla metro, 4 o 3 stelle, sotto i 90€ a notte ad Agosto. Solitamente poi le camere sono molto piccole, ma l'importante è che sia pulito, tanto starete in giro tutto il tempo.





Quasi in tutta la città è facile trovare il Wifi gratis, la metro è futuristica e costa poco, è tutto pulitissimo ma l'impressione è quella di essere nel film Truman Show. 
Ci sono telecamere ovunque, ma veramente ovunque e si ha la costante impressione di essere tenuti sotto controllo.
E' vietato fumare dappertutto: troverete delle aree fumatori sparse qua e la e ben delimitate, così come è vietato importare sigarette elettroniche (a me l'hanno sequestrata…) ed è vietato comprare/possedere chewing-gum, ma tanto non li troverete mai in vendita.
E' vietato portare in metro o in albergo il Durian, un frutto (dicono) buonissimo ma dall'odore nauseabondo, l'odore è vomitevole e si sente a centinaia di metri!
E' ovviamente vietato buttare qualcosa a terra… almeno questo dovremmo impararlo anche noi!






















Il motto di Singapore è "Shop until you drop", che significa "compra fino a che non stramazzi al suolo", ci sono centinaia di centri commerciali sparsi ovunque, immensi, uno attaccato all'altro che mischiano brand come Zara ed Hermès, anche se non ho capito a cosa serva averne tanti con gli stessi negozi. Niente di unico comunque, negozi che conosciamo tutti.
La via principale, questa che vedete in foto è Orchard Road.
Quanto meno potete entrarci e riprendervi dal caldo torrido della città facendovi venire un colpo con la loro famosa aria condizionata!
Avrei voluto comprare più prodotti di make-up, sapendo che in Asia avrei trovato cose strane ma purtroppo sono particolarmente fissati con tutto ciò che è sbiancante, vorrebbero avere le pelli trasparenti quindi non esistono fondotinta o terre del nostro colore!


Una delle aree fumatori che vi dicevo… 




Una zona simpatica da visitare è senz'altro China Town, si trova un sacco di paccottiglia e si riesce a spuntare qualche prezzaccio!
A Singapore ho passato 3 notti all'inizio della vacanza più un'ultima notte a fine viaggio, se volete visitare anche l'isola -artificiale- di Sentosa, dove ci sono tutti i parchi tematici divertenti, direi che 3/4 notti bastano e avanzano.
Spero di esservi stata utile, ma per qualunque domanda lasciatemi un commento qui sotto e vi risponderò come sempre :)





You Might Also Like

3 commenti

  1. Bellissimo resoconto, foto splendide! :-)
    Non vedo l'ora di seguire le prossime puntate ;-)

    RispondiElimina
  2. Che bello sognare con queste immagini e i tuoi racconti...
    Tu sei splendida! :) <3

    RispondiElimina
  3. Grande Lucrezia! Mi hai fatto venire voglia di ansare a Singapore! :)
    Devo essere sincera, l'Asia tutta non è fra i miei piani di viaggio del futuro.... Non so, da "ignorante" non mi entusiasma. Ma il tuo racconto, la descrizione sulla loro cultura, l'estremo invito a rispettare le regole e soprattutto la pazzesca architettura mi incuriosiscono da matti. E quando scatta la curiosità, scatta anche il desiderio di scoprire.
    Cmq, quando e se deciderò di vedere questa parte di pianeta, so a chi devo chiedere info ;-)

    un bacio e grazie del reportage, assolutamente soddisfacente.
    Ciao!
    Enza
    The Pink Candy

    RispondiElimina

♡ The comments keep alive my blog, thank you so much ♡

Follow me on FACEBOOK TWITTER BLOGLOVIN

EMAIL ME

Nome

Email *

Messaggio *

VISIT MY SHOP ONLINE